La cartella esattoriale si prescrive in 10 anni

La cartella emanata dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione e relativa a debiti Irap, al pari di Iva e Irpef, si prescrive in dieci anni. Diversamente le contravvenzioni per violazione del codice della strada e le altre sanzioni amministrative (ad es., emissione di assegno a vuoto e relativo protesto) si prescrivono nel termine breve di cinque anni, al pari della Tari.